Cabtutela.it

Welcome to my life è il nuovo singolo tratto da On TV, album di esordio della band rock  MotelNoire. Come per le altre tracce del disco, si tratta di un brano che si pone lungo il solco del grande rock italiano degli ultimi decenni, al quale – spiegano – la band aggiunge un tocco “noir”, quasi come quello di un motel sperduto. Hanno collaborato al disco musicisti di rilievo come Gary Wallis, Alex Meadows, Nathan East e Federico Zampaglione. I MotelNoire nascono nelle periferie milanesi nel 1999, dall’incontro di Domenico “Nik” Castaldi (chitarra), Christian “Kris” Del Giudice (voce) ed Enrico “Enrik” Tantussi (percussioni e batteria). In seguito si sono aggiunti a loro Danilo Di Lorenzo (tastiera e programmazione), Eugenio Ventimiglia (batteria), Tony Corizia (basso).

motelnoire-alla-ricerca-di-un-rock-piu-sincero 1

Com’è la vita dei MotelNoire?

La vita dei MotelNoire è una vita sicuramente molto vera, non facile, una vita di chi ha dovuto strappare con i denti un po’ tutte le cose che sono successe nella vita, stando in piedi senza leccare il culo a nessuno. Quando si vive così, in qualche modo si mandano degli SOS al cielo che fortunatamente ogni tanto capta e ti dà la fortuna di vivere di musica, per esempio, che è una grande fortuna, soprattutto se lo si fa avendo la possibilità di dire quello che realmente si vuole dire.

Come sono arrivati i MotelNoire a questo album di debutto?

Beh, ci siamo arrivati dopo venti anni di attività a fare qualunque tipo di live, qualunque tipo di cosa. Siamo in giro dal 1999, abbiamo avuto la necessità di fare tutto questo percorso e di chiuderci in studio raccontando tutte queste cose molto vere e sentite.

motelnoire-alla-ricerca-di-un-rock-piu-sincero 2

Uno dei brani che spiccano maggiormente in questo disco è Street of Angels

Esattamente nel ’99, quando i MotelNoire si sono formati, io (Nik) ho perso mio padre in un incidente d’auto, purtroppo è stato molto sfortunato. Questa cosa mi ha lasciato completamente sconvolto, è stato molto difficile farmene una ragione e trovare un sistema per andare avanti. Per fortuna ho avuto intorno a me delle persone molto presenti che mi hanno aiutato a superare questo grande trauma, quindi ho voluto scrivere questa canzone ricordando chi va via, ma soprattutto chi resta e deve portare questo fardello sulle spalle.

motelnoire-alla-ricerca-di-un-rock-piu-sincero

On TV sembra porsi sulla scia del grande rock italiano

On Tv è un album che non ha molti peli sulla lingua. Sicuramente non è un disco creato per tentare di fare bottino, è un album di sei quarantenni che hanno visto molte cose nella loro vita e hanno voglia di dire il loro punto di vista, quindi un album molto sincero.

Cosa significa fare rock per i MotelNoire?

Il Rock è uno stile di vita, non è propriamente una cosa che vuoi fare, ti esce così: non si può spiegare. È come chiedere a uno che fa la pizza tutti i giorni come fa a fare la pizza così buona! È un modo di vivere.

motelnoire-alla-ricerca-di-un-rock-piu-sincero 3


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui