Svaligiavano appartamenti e attività commerciali nelle ore serali e notturne, ma sono stati scoperti dopo una serie di denunce e riscontri audio-visivi. Nei giorni scorsi, a Barletta, la Polizia di Stato ha arrestato cinque persone, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trani, su richiesta della locale Procura della Repubblica. In manette sono finiti Raffaele Capasso di 32 anni, Pasquale Sabino di 25, Gabriele Pedico di 46, Michele Porcelluzzi di 40 e Luigi Cafagna di 33, tutti barlettani con precedenti di polizia, ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti.

Grazie anche ad alcune denunce presentate presso il locale commissariato di Polizia, gli investigatori hanno analizzato il modus operandi dei responsabili dei furti. Le successive indagini hanno consentito di individuare alcuni malviventi che, nel corso di perquisizioni domiciliari compiute all’indomani di furti perpetrati in danno di esercizi commerciali, sono stati trovati in possesso della merce asportata nottetempo.

Dopo aver individuato i locali utilizzati come deposito della merce rubata, i poliziotti si sono messi sulle tracce dei complici dei ricettatori e, grazie anche agli intensificati servizi di controllo del territorio notturni effettuati dagli agenti della Squadra Volante, hanno sorpreso gruppi di giovani che, alle prime ore dell’alba, si aggiravano per le vie della città di Barletta, in taluni casi con al seguito arnesi atti allo scasso.

Individuato il gruppo di delinquenti responsabile dei furti, gli investigatori hanno acquisito ulteriori riscontri audio-visivi che hanno immortalato il gruppo in azione mentre svaligiava alcuni esercizi commerciali e mentre prelevava denaro contante da alcuni sportelli bancomat, utilizzando carte di credito precedentemente rubate all’interno di alcuni appartamenti.

I cinque arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here