Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it
Martedì 6 febbraio, alle 20,30, a Bari proseguono «Le notti del Borgo Antico», evento promosso e organizzato da Vallisa Cultura Onlus. Per la rassegna cinematografica «Visti da qui – Riflessioni sul cinema contemporaneo pugliese», a cura di Daniela CasaburiAngela Fiore e Mario Raoli, a Santa Teresa dei Maschi (Str. S. Teresa dei Maschi, 26) sarà proiettato il film «La guerra dei cafoni». Al termine della proiezione interverranno il regista Davide Barletti, insieme a tre componenti del ricco cast: Pasquale Lepore, Pasquale Patruno e Aleksander Di Tano. Modera Lino Patruno.
«La guerra dei cafoni» è stata una delle piacevoli sorprese italiane degli ultimi mesi: il film, con la regia di Davide Barletti e Lorenzo Conte, tratto dall’omonimo romanzo di Carlo D’Amicis, è stato girato interamente in Puglia e i ragazzi protagonisti (nessuno dei quali attore professionista) sono tutti di questa terra. Sul grande schermo una lotta tra bande nel territorio selvaggio e sconfinato di Torrematta, nel leccese: da una parte i figli dei ricchi, i signori, e dall’altra i figli della terra, i cafoni; a capo dei rispettivi schieramenti si fronteggiano il fascinoso Francisco Marinho e il cupo Scaleno. Si combattono dalla culla, trascinando nel conflitto di classe i propri “soldati”. Ma quell’anno i cafoni decidono di ribellarsi alla supremazia dei signori: i simboli del potere verranno presi di mira e poi letteralmente attaccati, trasformando lo scontro in una vera e propria guerra di conquista. Mentre nascono alla vita adulta, alle spalle di tutti i giovani protagonisti di questa storia, muore un’epoca; e con essa l’ultima occasione per combattere una guerra fatta sì di violenza, ma anche di epica e di poesia. 
L’ingresso per ciascuno degli appuntamenti della rassegna «Le notti del Borgo Antico» è riservato ai possessori della tessera socio Vallisa Cultura Onlus (costo 5 euro). Per tutte le informazioni relative alle rassegne di cinema, arte e musica si può chiamare l’infotel 337.832.542. Pagina Facebook: Vallisa Cultura Onlus.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui