Cabtutela.it

Venerdì 2 marzo, a Villa Massimi Losacco per il Soul Club, progetto dedicato al club e alla musica Black nelle sue varie sfaccettature, con un occhio particolare al Soul, funk, jazz, disco e un certo tipo di house music, sarà proposta l’esibizione del dj Claudio Coccoluto, uno dei più noti nel panorama clubbing italiano e internazionale.

Originario di Gaeta, si è avvicinato al djing all’interno del negozio di elettrodomestici del padre ed è in attività dalla fine degli anni ’70, da quando ha iniziato a lavorare presso una radio locale. Da questo periodo ha iniziato un percorso ricco di riscontri e soddisfazioni che l’hanno portato ai vertici della notorietà nel settore della musica. Tra i vari successi è stato il primo dj europeo a suonare al Sound Factory Bar di New York. Ha, inoltre, condotto il programma “C.O.C.C.O.” su Radio Deejay e ha fatto parte della Giuria di Qualità del Festival di Sanremo nel 2003. Nel 2007, con la casa editrice Einaudi, ha scritto un libro nel quale parla di se stesso e della sua carriera, “Io, dj” e nel 2014 ha partecipato come ospite-docente ad “Area Sanremo”, l’unico concorso che permette ai giovani di accedere al Festival della Canzone Italiana.

“Il mio è un percorso – spiega Coccoluto – dove gli avvenimenti si concatenano cercando di aggiungere qualcosa, di completare o di raggiungere qualche traguardo nuovo. Per questo non mi piace parlare di carriera, perché questa è legata a una gerarchia e al conseguimento di posti più assidui. Quando c’è in ballo una passione così forte, come la mia per la musica, le cose succedono in dinamiche molto diverse”.

Durante questo appuntamento, Coccoluto proporrà il suo djset di base house, che perlustrerà i vari ambiti della musica elettronica, utilizzando il vinile, supporto che più rappresenta, secondo lui e secondo il concept stesso del club barese, la musica di qualità.

“Nell’era del digitale trovo tantissime cose nuove ed interessanti, ma non trovo ancora un uso corretto e rivoluzionario della tecnologia che valga la pena di far lasciare i dischi nella valigia. Lavoro e studio al fine di trovarlo”.

Con lui in consolle ci sarà anche Andrea Fiorito, promotore insieme ad Alessio Artuso e Guido Losacco, del progetto Soul Club, che a seguito della sua lunga esperienza berlinese ha voluto dar vita ad un contenitore culturale con respiro internazionale, pensato per gli amanti della buona musica e buon cibo. Infatti al piano superiore della prestigiosa Villa Massi Losacco, realizzata nel 1890, è stata allestita una zona ristorante nella quale lo chef Tatiana Guglielmi, originaria di Polignano, propone i suoi menù. La valorizzazione del territorio è un elemento importante del Soul Club, dove trovano spazio band e djs pugliesi, al pari di artisti nazionali e internazionali. Infatti oltre a nomi come il dj Kenny Carpenter, Nicola Conte e Leo Mas, tanto per citarne alcuni, qui si sono esibiti anche i locali Fresh & the synthomatics, I Pommodors,Spaghetti Brothers, Brazilian like trio e molti altri ancora.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui