“Noi non ci siamo mai sottratti alle discussioni per il bene dei cittadini. Lo facciamo regolarmente, come è accaduto per la questione sollevata in merito alla zona umbertina, nella sede dell’Urp o in altre sedi idonee in maniera tale da affrontare il tema evitando i costi generati dallo svolgimento di un Consiglio comunale”. Vito Lacoppola, consigliere comunale di Bari nel gruppo Decaro sindaco, replica all’opposizione che accusa la maggioranza di non voler affrontare in Consiglio comunale temi importanti e che interessano la vita quotidiana dei baresi.

“I cittadini – dice Lacappola – hanno il diritto di sapere che ogni discussione monotematica in Consiglio comporta un costo elevato: il personale 80 euro all’ora (5 persone in straordinario), la polizia municipale 130 euro all’ora  (6 agenti più 2 ufficiali sottratti al lavoro su strada), i consiglieri comunali 2550 euro. Una seduta monotematica di 4 ore, quindi, pesa sulle tasche dei cittadini per 3.400 euro. Senza calcolare i costi legati all’uso della carta o dell’energia elettrica. Pertanto, non accettiamo lezioni morali da parte dell’opposizione che, invece, continua a strumentalizzare i bisogni della cittadinanza per inscenare delle passerelle elettorali”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here