Cori, rituali e tanta devozione. Tre voli charter e più di mille pellegrini russi e georgiani sono giunti a Bari per le celebrazioni ortodosse in onore di San Nicola. Come ogni anno i fedeli hanno gremito la Basilica durante la messa tenuta da i Metropolita Juvenalij di Krutizk e Kolomenskoe, il più anziano vescovo della Russia.

“Siamo orgogliosi – spiega nel video Rocky Malatesta, direttore Cesvir – che queste giornate siano entrate nell’immaginario collettivo dei baresi per due volte l’anno, a maggio e dicembre. La 12esima edizione del Festiva dell’arte russa quest’anno ha avuto come protagonisti il coro da camera diretto da Raissa Gundiaeva”.

Un punto di contatto tra oriente e occidente, padre Giovanni Distante ha donato ai vescovi ortodossi una lampada che arde nei pressi della tomba del Patrono e un pezzo di stoffa che è venuto in contatto diretto con la reliquia portata a Mosca e San Pietroburgo. Le venerazioni si sono poi spostate nella cripta.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here