Cabtutela.it

Sono cinque gli indagati nell’inchiesta della Procura sulla morte di un neonato dopo il parto cesareo a Gallipoli. L’accusa è di “concorso nella responsabilità colposa per morte in ambito sanitario”. A finire al centro dell’inchiesta due dottori, due anestesisti in servizio presso l’ospedale di Gallipoli, oltre al ginecologo di fiducia di una donna di 31 anni che, una settimana fa, era finita in rianimazione dopo un parto cesareo. Il bimbo non ce l’ha fatta nonostante il trasferimento d’urgenza al Vito Fazzi di Lecce.

Secondo la Procura – riporta Telenorba –  “si sarebbero verificate gravi negligenze sia da parte dell’equipe sanitaria che dal suo medico di fiducia, il quale avrebbe tentato di tranquillizzarla del regolare decorso della gravidanza, pur in presenza di copiose perdite ematiche”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui