A teatro e nella vita, combattere il cancro con l’ironia, aggredire il cancro con la leggerezza dei 20 anni. È questo che fa «I fuori sede», la prima opera teatrale dedicata all’esperienza di un tumore in giovane età. La storia, liberamente tratta dalla vita di Giacomo Perini (che interpreta se stesso), è approdata il 19 novembre al Teatro Manzoni di Milano. La tournée proseguirà il 15 dicembre a Bari, il 28 febbraio a Pavia, e ancora Napoli, infine nuovamente Milano, ospiti dell’Università degli Studi Milano-Bicocca, dal 4 all’8 marzo.

Il 27% dei pazienti oncologici dopo la diagnosi torna ad avere – con tempi diversi – la stessa aspettativa di vita della popolazione generale. Inoltre oggi in Italia il 63% delle donne e il 54% degli uomini sono vivi a 5 anni dalla diagnosi. Il cancro è vita quotidiana per milioni di italiani, eppure sembra ancora difficile immaginarlo come una patologia cronica. Lo spettacolo cerca, attraverso il racconto delle dinamiche di un gruppo di amici di 20 anni, di sdoganare la malattia e combattere le paure nell’unico modo possibile: continuando a fare la vita di sempre. «I fuori sede» rientra nel più ampio progetto «Racconti di vita», una campagna di sensibilizzazione sulle gravi patologie oncologiche attraverso la formula del teatro, resa possibile da un grant non condizionato di Roche Spa.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here