Una intera casa svuotata dai mobili in via Napoli che finiscono poi sul marciapiede vicino ai bidoni. Questo lo scenario da incubo che non ha lasciato indifferente l’assessore a Sport e Ambiente, Pietro Petruzzelli: “Stamattina sono stato svegliato da decine di messaggi e fotografie che mi raccontavano lo scempio che vedete in foto – commenta Petruzzelli -. Ovviamente la zona è stata ripulita dall’Amiu ma francamente mi cadono le braccia. È davvero assurdo che qualcuno pensi di poter trattare le strade come discarica personale, fregandosene di tutti gli altri cittadini.

Poi una riflessione dedicata alla comunità barese: “È davvero assurdo che le persone preferiscano buttare tutto per strada invece di chiamare il servizio di ritiro ingombranti. È davvero assurdo che l’inciviltà di alcuni dobbiamo pagarla tutti noi che siamo così costretti anche a vedere le nostre strade ridotte uno schifo”.

“Dite quello che volete – conclude Petruzzelli -. ma la colpa di tutti questi mobili buttati per strada non è né del Comune né dell’Amiu ma di alcuni cittadini che disprezzano la nostra città e tutta la comunità”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

3 COMMENTI

  1. Potremmo anche dire, senza timore di essere smentiti, che le centinaia e centinaia di telecamere di vigilanza installate a Bari con notevole spesa, e con ancor più notevole spesa manutenute, nonostante gli annunci trionfali dell”assessore Galasso sono fin qui servite a ben poco.

  2. Pietro Petruzzelli e Daniele Leuzzi da quanto leggo la situazione è tornata alla NORMALITÀ . Ma la NORMALITÀ sono 6 cassonetti privi di coperchio, posti in un area priva di strisce gialle Amiu, sistemati sulle strisce pedonali, a ridosso di un marciapiedi di 50 cm e nella rampa per disabili. I cittadini del quartiere da 5 anni scrivono pec, inviano raccomandate e telefonano al centralino dell’Amiu e alla polizia municipale e normalmente cade tutto nell’oblio (anzi prima erano solo 5).
    Qualcuno dirà che sono sempre i cittadini incivili che per parcheggiare spostano i cassonetti sulle strisce pedonali…ed invece NO, i cittadini spesso spostano i cassonetti al di fuori della rampa, per ripristinare un minimo di viabilità, spesso chiudono i coperchi per ripristinare un minimo di decoro, ma poi torna tutto alla NORMALITÀ .
    Ed ora che alcuni polittici hanno fatto il loro intervento, ora che alcuni giornali hanno scritto la loro notizia e tutto è tornato alla NORMALITÀ anche questo commento può cadere nell’oblio.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here