“Noi siamo fra quelli che tifano sempre e comunque per la Puglia, nonostante Emiliano, e per questo speriamo che il presidente Michele Emiliano metta la Corte dei conti nelle condizioni di esprimere il giudizio di parificazione del rendiconto generale della Regione. Sarebbe infatti grave che per questo ritardo la seduta del Consiglio regionale slittasse a settembre, cosa che per altro sarebbe una delle tante defezioni e dei tanti disservizi ai quali questo governo regionale ci ha abituato”.

Lo affermano in una nota congiunta i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia e Direzione Italia (Erio Congedo, Ignazio Zullo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola). «Ora che ci fosse questo rischio, purtroppo, non lo abbiamo appreso dalla stampa, ma da una comunicazione fatta durante la capigruppo del 9 luglio scorso, quando tutti a cominciare dal presidente Mario Loizzo avevamo espresso la nostra preoccupazione e l’auspicio di scongiurare questo rinvio. Perché – aggiungono – deve essere chiaro che non si tratta di un fatto di non rilevanza: l’approvazione del rendiconto mette in moto negli uffici regionali la macchina che poi produce atti utili allo sviluppo di questa regione. Tenerla ferma, in una situazione di gravi crisi socio-economica, significherebbe bloccare la spesa e la movimentazione delle risorse e la Puglia non se lo può permettere». «Per questo – concludono – invitiamo il presidente Michele Emiliano e il suo assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, a produrre tutti gli atti necessari perché la Corte dei Conti dia il “bollino verde” e si possa svolgere entro fine mese la seduta di approvazione. Altrimenti qualcuno dovrà rispondere ai pugliesi anche di questo danno ulteriore».

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here