Cabtutela.it
acipocket.it

I carabinieri della compagnia Bari Centro, unitamente a personale del Nucleo Radiomobile, dei Carabinieri Forestali, dei Reparti Speciali del Nucleo Ispettorato del Lavoro, del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità e di militari della locale Capitaneria di Porto, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio lungo il litorale a sud di Bari, denunciando il legale rappresentante di una ditta, ritenuto responsabile di  aver occupato abusivamente circa 100 metri quadri di suolo demaniale marittimo con arredi vari, in particolare sedie, tavoli e panche.

Altri due commercianti sono stati invece colpiti  dalla misura cautelare amministrativa della sospensione dell’attività d’impresa, in quanto è  stato accertato che avevano  alle dipendenze due lavoratori in nero su tre. Per tali ragioni è stata elevata nei loro confronti una sanzione amministrativa di 9.200 euro oltre ad altre sanzioni amministrative contestate per le seguenti violazioni:

–       € 2.000 per aver omesso di attuare le procedure di autocontrollo “H.A.C.C.P.”;

–       € 1.032 per mancanza del numero minimo di postazioni di salvataggio, con relativa diffida;

–       € 1.032 per mancanza delle boe di segnalazione relative al limite acque sicure e al limite acque destinate alla balneazione, con relativa diffida;

–       € 1.032, per mancanza delle dotazioni di primo soccorso, con relativa diffida;

–       € 1.032, per omessa apertura dell’area demaniale destinata a “dog beach” durante il periodo obbligatorio (violazione dell’Ordinanza della Regione Puglia);

–       € 1.032, per omessa compilazione delle norme etiche e per le ridotte dimensioni dei cartelli relativi alle ordinanze (violazione dell’Ordinanza della Regione Puglia).

Sono stati sottoposti a sequestro probatorio a carico di ignoti due porzioni di terreno, nelle vicinanze di un chiosco che svolge attività di friggitoria, poiché è stato accertato lo sversamento nel terreno di olio vegetale esausto; sono in corso ulteriori accertamenti al fine di individuare i responsabili di tale violazione.

Infine, sono state elevate 15 contravvenzioni al Codice della Strada nel corso di appositi posti di controllo effettuati lungo il prospiciente tratto di strada fino al centro cittadino.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

2 COMMENTI

  1. Ci sono voluti Carabinieri e Capitaneria di Porto per riportare un po’ di ordine sulla spiaggia “comunale” di Torre Quarta dove invece l’attività dei vigili più nota ai social media è il controllo della velocità col telelaser.

  2. Ancora una “pioggia di multe” a Torre Quetta ma questa volta tutte giustificate, non come la pioggia artificiale provocata dai vigili sugli automobilisti che superavano i limiti su quel tratto. Troppo facile sparare multe col telelaser, più complicato accertare violazioni più importanti. Ma non accorgersi di 100 mq occupati è grave.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui