Lunghe code e disagi nel distretto socio sanitario della Asl del centro, in via Caduti di via Fani. La denuncia è del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli che nei giorni scorsi ha presentato anche una interrogazione urgente al governatore Michele Emiliano.

“Col passare dei giorni la situazione si fa sempre più pesante, sia per utenti sia per gli operatori: il sovraffollamento dell’unico Cup aperto in centro, in via Caduti di via Fani, costringe il pubblico ad estenuanti attese e sfibra gli addetti agli sportelli – denuncia – mi giungono segnalazioni  di situazioni al limite della sopportazione, con code di ore nell’ufficio in via Caduti di via Fani, che essendo l’unico pienamente operativo in questi mesi estivi, è sempre stracolmo di utenti, costretti a raggiungere il centro perché nelle periferie è il deserto: chiusi gli uffici di Picone e Torre a Mare; ridotti a mezzo servizio quelli di Carbonara, San Paolo e Santo Spirito; chiuso il Cup di via Federico Vecchio e aperta solo a giorni alterni l’Anagrafe Sanitaria”.
“Vista la situazione – aggiunge il consigliere Fi – la Direzione Asl ha previsto di destinare nuove unità amministrative negli uffici. Chiedo pertanto che sia subito ripristinata la piena operatività del Cup e dell’Anagrafe Sanitaria di via Federico Vecchio, in modo da drenare parte dell’utenza. I cittadini baresi, soprattutto quelli anziani e più fragili, sono stanchi di dover fare chilometri per una prenotazione o per una visita”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here