Cabtutela.it
acipocket.it

“Mi sono svegliato alle 5 di mattina per il cattivo odore che c’era nell’aria”, “La prossima volta che sto male come stamattina vado al pronto soccorso e poi vediamo se qualcuno non si deve muovere”, “E’ da un anno che va avanti questa storia non se ne può più”.

Sono solo alcuni dei commenti pubblicati sulla pagina facebook “La voce del San Paolo”, in cui sono evidenti i disagi causati dai cattivi odori che ogni giorno, ormai, invadono i quartieri San Paolo, zona Cacilia, Palese.

I residenti sono costretti a trincerarsi in casa, chiudendo le finestre nonostante le alte temperature per difendersi dall’aria irrespirabile. Dopo la denuncia in Procura e gli accertamenti di Arpa e Noe, sono pronti a scendere in piazza sotto il Palazzo di città.

“Non vediamo risultati – spiega Giuseppe Giaquinto, amministratore de “La voce del San Paolo” -. Poche ore fa mia moglie è stata male, ha vomitato due volte. Anche i bambini e neonati sono in sofferenza. Ci siamo avvicinati alla probabile fonte di cattivi odori, in via dei Tulipani nella zona Industriale. Anche in base alla direzione dei venti, abbiamo constatato che la linea immaginaria arriva fino alle palazzine”.

In queste ore i cittadini stanno raccogliendo adesioni per la manifestazione in piazza Libertà, nel centro di Bari: “Vogliamo chiarimenti dal sindaco Antonio Decaro”, conclude Giaquinto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui