Cabtutela.it

A oltre un mese dagli annunci del sindaco Antonio Decaro, dalla prossima settimana si intensificheranno i pagamenti per i commercianti che hanno partecipato al bando Open D del Comune di Bari. Sono in corso le istruttorie da parte dell’amministrazione comunale, le domande hanno superato quota 2mila: per circa 600 richieste è in corso il completamento dell’iter che riguarda direttamente l’Inps. Per le domande con errori o problematiche, sarà necessario il rinvio.

“Il responsabile del bando Open per i negozi – scrive sui social uno dei commercianti in attesa – disse che in uno due giorni avrebbe inviato la mail pec per le pratiche in istruttoria. E’ passata una settimana e di questa pec nemmeno l’ombra”.

Pronta la risposta del Comune, con il vice sindaco Eugenio Di Sciascio: “Entro la prossima settimana chiudiamo l’esame di tutte le domande pervenute, ne mancano circa 600 e potranno ancora pervenire altre. Dopo di che, quelle che non hanno nessun problema all’inizio della settimana prossima saranno liquidate”.

“Nel contempo stiamo procedendo a reinterrogare il portale dell’Inps per le dichiarazioni di regolarità. In alcuni casi ci sono degli errori o inesattezze nei dati, la logica amministrazione è quella di evitare di respingere le richieste il più possibile”.

Nel bando sono stati disposti due canali di finanziamento che riguardano due differenti target di attività. Nello specifico sono previsti: 1.500 euro per attività economiche operanti nei settori del commercio, dell’artigianato, della somministrazione di alimenti e bevande, sottoposte a disposizioni di chiusura. E 500 euro per esercenti del commercio ambulante con concessione del Comune di Bari a svolgere la propria attività presso i mercati rionali cittadini, per non meno di tre giorni alla settimana, a condizione che dette concessioni non siano sottoposte a chiusura ai sensi di Ordinanza Sindacale n. 2020/00599 del 11.03.2020. Qui maggiori info


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui