Cabtutela.it
acipocket.it

Prende il via ufficialmente oggi la Fase 2 della vaccinazione anti-Covid in Puglia. Si parte subito dagli ultra 80enni. Dalle 14 di oggi per gli anziani, primi cittadini coinvolti nella campagna, sarà possibile prenotarsi per poter aver accesso alla dose di vaccino.

Le dosi, va specificato, in questa seconda fase dovranno essere somministrate a circa 260mila anziani over 80 e, parallelamente, a 90mila operatori scolastici e a tutte le forze dell’Ordine. Queste le categorie che, sin dalle prime fasi della campagna conclusasi lo scorso gennaio, sono state inserite tra quelle più bisognose di ricevere il vaccino, sia per questioni relative all’età, sia per questioni strettamente legate al lavoro e al maggiore rischio di esposizione al contagio.

Per questa seconda fase, le fiale a disposizione della regione, coprirebbero il 50% della popolazione prevista. Nonostante il timore di ulteriori ritardi legato, in particolare, al rifornimento dei vaccini, le prime dosi per gli anziani saranno somministrate a partire da lunedì 22 febbraio.

Da oggi è dunque possibile prenotarsi attraverso le diverse modalità previste per il caso. Tra queste, la possibilità di effettuare la prenotazione in farmacia o, in alternativa, in attesa dell’attivazione di un portale specifico dedicato alle prenotazioni, chiamare i Cup. Nello specifico, per quanto riguarda la prenotazione in farmacia, gli utenti dovranno presentare la tessera sanitaria. In quel momento  dovranno inoltre scegliere se effettuare il vaccino al proprio domicilio o in una struttura ambulatoriale. Una volta effettuate queste pratiche sarà compito del farmacista assegnare all’utente il codice da utilizzare per la somministrazione, il quale sarà diverso a seconda del tipo di prenotazione.

“Invitiamo a non accalcarsi fin da domani pomeriggio nelle farmacie perché il servizio è capillare e consentirà a tutti di prenotare con calma e di ricevere comunque entro un breve periodo la vaccinazione”, dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

 Il vaccino sarà effettuato in base ad un calendario stilato dalla Regione. Per quanto riguarda la seconda dose invece, basterà attendere la chiamata dell’Asl che, in base al tempo necessario tra la prima e la seconda somministrazione, a seconda della tipologia di vaccino (Pfizer o Moderna, entrambi utilizzati nella campagna vaccinale), organizzeranno il secondo appuntamento con l’utente. Gli ambulatori dove verranno eseguite le somministrazioni del vaccino agli over 80 sono stati individuati in tutti i comuni pugliesi. Per quanto riguarda la vaccinazione del personale scolastico, si è preferito scegliere come luogo per la somministrazione gli istituti previa adesione da parte dei presidi. Lo stesso discorso vale per le forze dell’ordine, per i quali saranno i comandi provinciali a fornire gli elenchi trasmettendoli successivamente alle Asl.

Durante questa settimana si concluderanno le vaccinazioni di sanitari, odontoiatri, liberi professionisti e farmacisti. Poi, subito dopo ultra ottantenni, personale scolastico e forze dell’ordine, si procederà con la somministrazione del vaccino a tutti coloro che convivono con persone affette da patologie gravi. In particolare, le Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) effettueranno le vaccinazioni a domicilio, soprattutto per andare incontro alle persone che offrono supporto a chi non è autosufficiente.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui