Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Sono stati 4.860 i cani avvelenati nel periodo compreso tra il primo gennaio ed il 31 marzo 2021. Di questi oltre 3000 sono i cani morti e circa 1.800 i cani che se la sono cavata per il rotto della cuffia. La maggioranza dei cani avvelenati ed uccisi nei primi tre mesi del 2021 sono cani randagi, il restante sono cani di proprietà.

Il fenomeno degli avvelenamenti di massa è maggiormente diffuso  in Puglia, Calabria, Campania, Sicilia e Sardegna mentre il fenomeno dei bocconi avvelenati in parchi e giardini privati è diffuso a macchia di leopardo su tutto il territorio nazionale. “Il fenomeno degli avvelenamenti dei cani è uno dei più sottovalutati ma uno di quelli che fa maggiori vittime all’anno tra cani e gatti ed anche tra gli animali selvatici- scrive in una nota l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA- chiediamo che venga attivato un osservatorio nazionale presso il ministero e che si puniscano in maniera più severa gli autori di questi gesti criminali”. (foto Aidaa)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui