Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

L’Asl di Bari ha presentato questa mattina nella Fiera del Levante le 20 nuove ambulanze destinate agli ospedali e alla rete dell’emergenza e urgenza del 118. Le prime 15 unità mobili di Rianimazione offrono standard più elevati di tecnologia in linea con il soccorso internazionale: il sistema di areazione è differenziato tra il vano sanitario e il vano giuda per impedire eventuali contaminazioni Covid.

Un monitor multi parametrico consente di controllare le funzioni vitali del paziente, ci sono anche due defibrillatori, uno semi automatico e l’altro più avanzato che potò essere usato usato come un pacemaker esterno. La barella è auto caricante e pesa appena 9 kg, tra vari livelli d’altezza e che può anche traslare all’interno del mezzo.

“Saranno operative fin da subito, stiamo affrontando un incremento degli accessi molto intenso nei pronto soccorso in relazione all’emergenza caldo e per i rinvii rispetto al vaccino”, spiega nel video il governatore della Puglia Michele Emiliano.

 

Per quanto riguarda la presa in carico del paziente l’ambulanza ha al suo interno una barella auto caricante di ultima generazione certificata in base alle norme tecniche previste dal soccorso internazionale che si adatta alle numerose e specifiche esigenze di operatori e assistiti. La barella ha altezze varie fino ad arrivare a 800 mm che consente una maggiore comodità operativa dei soccorritori. Il mezzo è fornito anche di un sistema di immobilizzazione pediatrico. I mezzi sono inoltre dotati di un sistema digitale collegato ad una APP usata per richiedere il più velocemente interventi di manutenzione e assistenza immediata da parte dei soccorritori.

Il finanziamento con Fondi Fesr – La ASL di Bari – tramite la sua Area del Patrimonio – ha recepito l’aggiudicazione della Procedura di gara con capofila ASL di Foggia esprimendo il proprio fabbisogno tramite la piattaforma Empulia. La fornitura è stata affidata alla ditta Orion s.rl. per una spesa complessiva di circa 1 milione e 200mila euro.  La dotazione delle ambulanze – di tipo A – è stata finanziata con risorse del POR Puglia Fondi Fesr intervento “Eco potenziamento del parco auto mezzi per il completamento della rete di emergenza urgenza”.

Finora sono state consegnate dalla azienda produttrice – ORION tecnologie e design, 15 unità mobili di Rianimazione, in attesa di ulteriori cinque mezzi. Le macchine saranno così distribuite: 3 al Di venere, 3 al San paolo, 3 ad Altamura, 3 a Molfetta, 2 a Corato, 2 a Monopoli, 1 a Putignano, 3 al 118.

Altre dotazioni sanitarie ed esterne – Sono inoltre presenti diversi kit che permettono al personale a bordo di affrontare diverse tipologie di emergenze, anche al di fuori dell’ambulanza (in strada oppure in casa del paziente), in modo tale da rendere più facile l’intervento. Gli operatori infatti dispongono di uno zaino contenente arnesi da scasso (coperta antifiamme, guanti da lavoro, ascia, tenaglia, piede di porco, fune da traino e torcia antivento). Per la conservazione di flebo e farmaci è a disposizione del veicolo anche un frigo con una capienza di 7 litri, e può mantenere una temperatura interna compresa fra un minimo di 5 e un massimo di 65 gradi centigradi.

Per agevolare il soccorso, i mezzi hanno all’interno infine uno scendi scale che rappresenta l’evoluzione del concetto di evacuazione, grazie alla leggerezza e al suo peso minimo, di appena 9 chili


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui