lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

“Bisogna fare una grande campagna di informazione per chiarire ai cittadini la differenza e l’importanza fra il vaccino anti-Covid e quello antinfluenzale che si farà in autunno. Come Regione Puglia saremo in prima fila per diffondere quanto più possibile nei confronti soprattutto dei pazienti fragili la cultura dell’antinfluenzale”. È quanto dichiarato dall’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Rocco Palese, nel corso dell’ultimo appuntamento della campagna di prevenzione “Vaccinare è proteggere”, promosso da Sanofi.

Tre le regioni coinvolte, Puglia, Campania e Sicilia, in un’occasione di confronto che ha tra gli obiettivi quella di migliorare l’attuale piano di vaccinazione antinfluenzale, garantendone una diffusione capillare e in piena sicurezza. In Puglia, attualmente, è migliorata la copertura vaccinale contro l’influenza tra gli over 65. I livelli restano comunque bassi rispetto alla media nazionale, con un 61% a fronte del 65%.

“Per raggiungere quanti più cittadini possibile occorre fare accordi con i medici di base e con l’assistenza territoriale e domiciliare – ha aggiunto Palese – mettendo insieme un’organizzazione funzionale in grado di raggiungere quanti più possibili pazienti. Rispetto al vaccino anti-Covid, l’antinfluenzale per fortuna non subisce l’azione dei No vax, ma gode di un’importante aspettativa e favore da parte dei cittadini. Come Regione Puglia ci stiamo preparando al meglio per il piano autunnale antinfluenzale. Siamo convinti che la spesa per la prevenzione in sanità si traduce in un investimento che porta benessere sociale e allo stesso tempo un’ottimizzazione dei costi” – ha concluso.

Foto repertorio

 

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui