Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

BARI – La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per i fratelli Alviero ed Erasmo Antro. I due sono imputati con le accuse di truffa aggravata, falso materiale e ideologico, contraffazione di pubblici sigilli, violenza privata. Secondo la guardia di finanza e il pm Carmelo Rizzo, titolare del fascicolo, attraverso fatture false e anticipazioni sui pagamenti, i due imprenditori avrebbero truffato l’ex Provincia di Bari e sei istituti bancari per una somma di oltre 20 milioni di euro. Gli Antro avrebbero emesso anche fatture false per lavori di manutenzione delle strade provinciali, alcuni dei quali mai eseguiti o effettuati con ritardo. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2008-2011. Oltre ai fratelli Antro, rischiano il processo per la responsabilità degli enti anche quattro società, il Consorzio Sigi, la società Infrastrutture e Servizi Srl, la società Infotec Srl e la Segnaletica e Servizi Srl. Si conoscerà il prossimo 4 marzo la decisione del gup Alessandra Susca sulla richiesta di rinvio a giudizio, oggi 12 febbraio si è tenuta la penultima fase dell’udienza preliminare e il giudice ha accolto tutte le richieste di costituzione di parte civile.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui