BARI – Le strisce blu e i cartelli sono stati sistemati.  È tutto pronto per l’ampliamento della zona a sosta regolamentata nel rione Libertà, nell’area compresa tra corso Vittorio Veneto, via Ravanas, via Manzoni, corso Italia e via Trevisani, via Martiri d’Otranto e via Crisanzio.

\r\n

In tutte le strade interessate i non residenti pagheranno un euro l’ora dalle 8 e 30 alle 20 e 30. I residenti potranno invece ritirare il pass a partire da domani, martedì 12 aprile, dall’ufficio abbonamenti dell’Amtab in via Fornari 12, al costo di 30 euro l’anno.  Il via ufficiale è previsto per il primo giugno.

\r\n

“La nuova zona a sosta regolamentata – commenta il sindaco Antonio Decaro – impedirà ai pendolari e ai cittadini che lavorano e studiano nel centro cittadino di vivere il quartiere Libertà come un parcheggio gratuito a cielo aperto. Con questo provvedimento ridurremo anche il numero delle auto che, alla ricerca affannosa di un posto, spesso alimentano il traffico cittadino e il tasso di inquinamento, impedendo anche la naturale rotazione dei parcheggi. Noi vogliamo invece creare un circolo virtuoso favorendo la naturale logica di scambio tra sosta notturna dei residenti e la sosta diurna a pagamento dei non residenti”.

\r\n

In queste settimane, fino all’1 giugno, sia i vigli urbani sia gli ausiliari della sosta saranno impegnati in un’attività di informazione e sensibilizzazione sull’introduzione del nuovo provvedimento, in modo da dare la possibilità a tutti di conoscere le regole e adeguarsi senza incorrere nelle sanzioni previste.

\r\n

“Per i commercianti – conclude Decaro –  che avranno bisogno di effettuare carico e scarico delle merci, così come è accaduto nelle altre zone della città, sarà  possibile fare richiesta di stalli specifici, così da non avere problemi e poter lavorare in tranquillità”.

\r\n 

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here