BARI – Il risultato elettorale potrebbe portare scossoni anche in Puglia. Con Piero Fassino sconfitto a sorpresa a Torino al ballottaggio sono inevitabili i cambiamenti all’interno dell’Anci. E l’associazione nazionale dei Comuni potrebbe parlare pugliese. Fassino, nei prossimi giorni, dovrebbe rassegnare le proprie dimissioni: teoricamente potrebbe restare al suo posto anche da consigliere comunale, il suo mandato sulla carta scade nel 2018, ma è improbabile che decida di guidare ancora l’Anci.\r\n\r\nCon le sue dimissioni, toccherà al sindaco di Lecce, Paolo Perrone, sostituirlo almeno nella fase di transizione, fino alla prossima assemblea congressuale. La riunione quest’anno si terrà a Bari tra ottobre e novembre e il nuovo presidente dovrebbe comunque restare ad appannaggio del Partito democratico, che resta in maggioranza all’interno dell’Anci. A questo punto, potrebbe entrare in scena il sindaco di Bari, Antonio Decaro, renziano della prima ora. Ipoteticamente, quindi, potrebbe esserci un passaggio tra due sindaci pugliesi, da Perrone a Decaro.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here