Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Quattro reparti del San Paolo e del Di Venere si trasferiscono nell’Oncologico “Giovanni Paolo II”. A stabilirlo è stata la giunta regionale.\r\n\r\nAll’origine della decisione i pochi posti letto attivi e funzionanti realmente all’interno dell’Oncologico. Solo 88 su 141 assegnati a causa della mancanza del personale. Con il potenziamento delle attività dell’Istituto tumori  si potrebbe quindi soddisfare la domanda di salute dell’area metropolitana barese rispetto alle prestazioni finora erogate in strutture private accreditate o  in mobilità fuori regione.\r\n\r\nA trasferirsi sarà il servizio di Anatomia Patologia e di Oncologia del San Paolo, l’unità operativa di Chirurgia toracica del San Paolo (16 posti letto) e Oncologia del Di Venere.\r\n\r\nI direttori generali di Asl Ba e del Giovanni Paolo II provvederanno ad attivare le procedure per il trasferimento volontario del personale sanitario.\r\n\r\n“Creiamo così le condizioni – spiega il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – per il consolidamento di un polo oncologico a valenza metropolitana, dove riunire gran parte delle eccellenze regionali in materia in una struttura di livello nazionale, per contribuire a fermare i viaggi della speranza. Proseguiremo nell’impegno di attrezzare il “Giovanni Paolo II” con le migliori tecnologie, sapendo che è nostro dovere offrire ai cittadini pugliesi le cure più avanzate e la ricerca più raffinata, in un contesto multidisciplinare e in un ospedale che con la recente ristrutturazione offre elevati livelli di confort e assistenza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui