Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Centauri e centaure benvenuti nella nuova rubrica a cura di Massimo Boccasile.\r\n\r\nBorderline24 ha deciso di dedicare una sezione a noi motociclisti ed io cercherò di raccontarvi questo mondo fatto di “strana e meravigliosa gente”. Parleremo di moto, di tecnica, di attrezzatura, di manifestazioni ma anche di viaggi e itinerari alla scoperta di una delle regioni più belle d’Italia, la Puglia.\r\n\r\nOrmai l’estate è arrivata e allora tutti di corsa nei nostri box a rispolverare le nostre compagne di viaggio.\r\n\r\nE si, la moto è donna e sfido chiunque ad affermare il contrario e  come ogni signora che si rispetti va trattata con i guanti, meglio se da meccanico.\r\n\r\nChe siate amanti delle supersportive, avventurieri in sella alle vostre enduro stradali, o nostalgici possessori di vere e proprie opere d’arte che hanno scritto la storia del motociclismo, questo è il periodo in cui molti si ricordano del loro primo amore, le due ruote appunto.\r\n\r\nPartiamo dal presupposto che io personalmente la moto la uso durante tutto l’anno, pioggia, vento, grandine e caldo torrido sono solo modi diversi di approcciare un viaggio, ma mi rendo conto che per la maggior parte di noi, la moto continua ad essere un mezzo prettamente estivo, una sorta di “dildo” del piacere stradale, con la quale trascorrere serate indimenticabili in compagnia della propria morosa/o, o semplicemente a caccia di emozioni.\r\n\r\nIniziamo subito con l’ A B C dei controlli da effettuare sul vostro mezzo.\r\n\r\nPrima cosa, controllate che ci sia !!! C’è? Perfetto possiamo procedere.\r\n\r\nSe vi siete dimenticati di scollegare la batteria, non “violentate” il vostro mezzo con inutili tentativi di accensione, estraetela dal vano di alloggio e misuratene la tensione con un semplice tester. Se il valore è vicino allo zero, mi sa che è arrivato il momento di sostituirla, al contrario se il valore si aggira attorno ai 10 Volt, vi basterà ricaricarla e la vostra moto avrà quello sprint necessario per regalarvi tanti chilometri.\r\n\r\nIl valore ottimale vi ricordo che è di 12,90 volt.\r\n\r\nUna volta controllata la batteria, passiamo a fare un lavoretto scomodo di quelli che tanto piacciono a noi smanettoni, ovvero controllare le candele.\r\n\r\nPersonalmente vi consiglio, sempre che non lo abbiate già fatto, di utilizzare candele all’iridio, costano qualcosina in più rispetto alle classiche (circa 25 euro quelle della NGK) ma credetemi, ne vale davvero la pena. La loro resistenza nel tempo non vi farà rimpiangere un solo centesimo speso in più.\r\n\r\nOra si passa al controllo delle gomme, e qui potremmo parlare per ore. Regola vuole che se avete intenzione di tenere fermo il vostro mezzo durante tutta la stagione invernale, posizioniate lo stesso, su un paio di cavalletti, in commercio se ne trovano di tutti i tipi e fasce di prezzo…Ma ovviamente ricordatevi sempre che l’adagio “Come spendi mangi” non mente mai…OCCHIO!!!\r\n\r\nSe non siete stati così premurosi con la vostra “signorina”, controlliate che gli pneumatici non abbiano subito deformazioni dovuti al peso della moto stessa, appurata la loro forma perfetta, passate a ispezionare lo stato di usura delle gomme.\r\n\r\nIo personalmente ho due treni di gomme, uno per l’inverno e uno per l’estate. Non siate tirchi e fate osservare lo stato di usura da un esperto se non siete sicuri di saper valutare bene questo parametro, le gomme sono l’anello di congiunzione tra noi e la strada, mi raccomando.\r\n\r\nFatto questo, passiamo all’impianto frenante, altro aspetto obbligatorio da controllare se vogliamo evitare dei “lunghi” pericolosi. Una volta appurato che il livello dell’olio dei freni sia compreso tra i valori di MIN e MAX, passiamo a verificare il livello di abrasione delle pasticche. Se mentre guidate sentite un suono simile a quello dell’affettatrice del vostro salumaio, sappiate che nessuno vi sta preparando un panino al crudo, ergo le pasticche o meglio, quello che rimane delle pasticche, sta raschiando i dischi dei freni.\r\n\r\nIl mercato dell’aftermarket ormai la fa da padrone in questo settore, ci sono pasticche che costano meno di dieci euro a coppia in giro, fatevi una domanda e datevi una risposta.\r\n\r\nAdesso è il momento di dare una controllata alla catena, no, non quella che avete usato per non farvi rubare la moto, ma quella che vi permette di muovervi sulla moto.\r\n\r\nControllate la tensione della catena, se troppo tesa potrebbe rompersi in marcia (non è per niente piacevole credetemi) se troppo morbida…E’ meglio che non ve lo dico…FIDATEVI !!!\r\n\r\nIspezionate attentamente la corona e verificate che non ci siano denti sbeccati o addirittura mancanti (succede).\r\n\r\nSiamo quasi pronti per partire, ma prima diamo una pulita al filtro dell’aria,(se ne possedete uno racing basterà un bel getto di aria compressa e il gioco e fatto), in alternativa sostituite il vecchio filtro con uno nuovo(dai 20 ai 70 euro).\r\n\r\nAdesso passate a verificare i livelli dell’olio del motore.(Ho visto olii uscire dai motori che in confronto quello usato per friggere le patatine nei “panemmerda” era acqua distillata). Un’antica leggenda narra che se lo si cambia almeno una volta all’anno….LA MOTO NON SI OFFENDE !!!\r\n\r\n \r\n\r\nRicapitoliamo:\r\n

    \r\n

  • NON VI HANNO RUBATO LA MOTO DURANTE L’INVERNO
  • \r\n

  • AVETE CONTROLLATO LA BATTERIA
  • \r\n

  • AVETE CONTROLLATO LE CANDELE
  • \r\n

  • LE VOSTRE GOMME SONO IN OTTIMO STATO
  • \r\n

  • I FRENI SONO PRONTI PER LE VOSTRE SACCATE DA BRIVIDO
  • \r\n

  • CATENA, CORONA E PIGNONE SONO AL 100%
  • \r\n

  • IL FILTRO DELL’ARIA E’ PRONTO A TIRARE PIU’ DI UN COLOMBIANO
  • \r\n

  • L’OLIO E’ TALMENTE TANTO SINTETICO CHE SE LO LAVI SI RESTRINGE
  • \r\n

\r\nPerfetto signori, siete pronti per partire e per disegnare nuove strade che forse un giorno, i vostri figli ripercorreranno.\r\n\r\nPrima di salutarvi, nel pomeriggio di oggi presentiamo un biker, uno di noi, uno di quelli che vive la strada.\r\n\r\nVi ricordo che potete mandarci la vostra storia (seguendo lo schema in calce) a: bike@borderline24.com Noi la pubblicheremo.\r\n\r\n \r\n\r\nNome:………..\r\n\r\nAnni:………….\r\n\r\nProfessione:…………\r\n\r\nQuante moto hai avuto:……….\r\n\r\nChe moto hai adesso:……….\r\n\r\nChe casco hai:……..\r\n\r\nLa tua moto preferita:…………\r\n\r\nIn sella, sei un lupo solitario o ti piace il branco:……..\r\n\r\nIl tuo pilota preferito:………..\r\n\r\nPerché è il tuo pilota preferito?:………\r\n\r\nL’esperienza più bella sulle due ruote:…..\r\n\r\nPer te andare in moto cosa vuol dire:……\r\n\r\nUna cosa che non rifaresti mai in moto:….\r\n\r\nUna cosa che non vedi l’ora di rifare in moto:….\r\n\r\nDescrivimi quello che provi quando sei in moto con una canzone:………\r\n\r\nSpiega ad un bimbo di 3 anni, cosa si prova ad andare in moto:………\r\n\r\n \r\n\r\nCi vediamo ogni lunedì e sabato ragazzi, un saluto dal vostro Massimo Boccasile e mi raccomando, ricordatevi che “Il viaggio più bello, è quello che potrete raccontare ai vostri amici”.\r\n\r\nAndate piano e rispettate il codice della strada.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui