Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

BARI – La Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalle Ferrovie Appulo Lucane, riconoscendo il diritto di una donna alta un metro e 55 ad essere reintegrata come capotreno. L’azienda non aveva confermato la donna dopo un periodo di prova, ritenendola troppo bassa. La donna, tramite il suo avvocato, Roberto De Siati, ha presentato ricorso e ha vinto in tutti e tre i gradi di giudizio. I giudici hanno ritenuto discriminatorio il requisito dell’altezza, che prevede che il capotreno sia alto almeno un metro e 60 centimetri, Agli atti del procedimento anche la relazione dell’esperto di trasporti Filippo Longobardi, che ha provato come la donna avrebbe potuto comunque azionare il freno a mano d’emergenza, una delle mansioni richieste per l’incarico.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui