Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

BARI – Nell’inchiesta sul disastro ferroviario sulla linea Corato-Andria, incidente che ha provocato la morte di 23 persone, c’è un giallo che ruota attorno ad una presunta manomissione del registro di viaggio. Ad essere stato modificato a penna è l’orario di partenza del treno ET1021, il convoglio che, martedì scorso, si è mosso da Andria andandosi poi a scontrare contro il mezzo che arrivava da Corato, l’ET1016. E’ l’indiscrezione che emerge dagli accertamenti della squadra mobile di Bari e della Procura di Trani.\r\n\r\nGli interrogatori dei capistazione\r\n\r\nAnche di questo si parlerà durante gli interrogatori di garanzia: i due capistazione sono pronti a chiarire tutto e a spiegare, attraverso la loro verità, cosa è accaduto martedì mattina tra le 10.50 e le 11.20 tra le stazioni di Corato e Andria. Ma, con ogni probabilità non lo faranno oggi, gli interrogatori infatti potrebbero essere rinviati. La Procura di Trani li ha convocati per stamattina, ma per motivi diversi potrebbe esserci uno slittamento: il capostazione di Andria, Vito Piccarreta, si presenterà davanti al pool composto da 5 magistrati, tuttavia, come ha spiegato  ieri il suo difensore, l’avvocato Leonardo De Cesare, non “è in condizioni di salute tali da poter essere interrogato”. Salterà sicuramente l’ascolto del capostazione di Corato, Alessio Porcelli, perché il suo difensore, il penalista Massimo Roberto Chiusolo, è impegnato in un altro processo a Bari. Entrambi gli avvocati, però, sostengono che i loro assistiti intendono assolutamente chiarire la loro posizione e collaborare per ricostruire la dinamica dell’incidente.\r\n\r\nLa presunta alterazione\r\n\r\nLa presunta alterazione, riscontrata dai poliziotti coordinati dal dirigente Luigi Rinella, riguarda i registri di viaggio della stazione di Andria e, in particolare, l’annotazione, modificata a penna in modo “evidente”, dell’orario di partenza del treno ET1021, che si è poi scontrato con quello proveniente da Corato ET1016. Nel cronologico degli orari, l’ora di partenza del treno di Andria (registrata alle 11:05 circa) è collocata temporalmente in maniera anomala perché non rispetta l’ordine cronologico crescente che parte dal mattino e va avanti nel corso della giornata. La partenza annotata, sostiene chi ha visionato i registri, non si trova dopo quelle delle 11 e prima di quelle delle 11:30, ma è stata modificata a penna e posizionata molto prima. Per questo è ritenuta sospetta perché potrebbe essere stata modificata in qualsiasi momento, anche dopo che si è diffusa la notizia del disastro. La squadra mobile sta cercando di individuare chi avesse accesso a quel registro, dove fosse conservato, in modo da poter risalire a colui che di proprio pugno ha annotato l’orario a penna.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui