Cabtutela.it
acipocket.it

Ill.mo Presidente, al termine dell’ intervento medico legale sui 23 deceduti nel disastro ferroviario occorso in agro di Andria il 12.5.2016, vorrei ringraziare pubblicamente tutti coloro che a diverso titolo e con diversi ruoli e competenze, ma pur sempre con massimo impegno e dedizione, hanno consentito di chiudere le complesse procedure medico legali in soli tre giorni. Innanzitutto i parenti delle vittime che per quanto afflitti da un dolore immenso, spesso da noi partecipato, hanno pazientemente sopportato procedure e lungaggini burocratiche, a volte dolorose, con in massimo della compostezza e del riserbo, tipico del popolo meridionale. Sento quindi la necessità di ringraziare chi ha collaborato, volontariamente, lavorando senza sosta, affinché, tutte le procedure, dal sopralluogo, alla rimozione delle salme, dal riconoscimento alla ricomposizione, dagli accertamenti medico legali a quelli radiologici, potessero essere svolti senza clamore, rapidamente e nel più breve tempo possibile.\r\n\r\nIn primis il Dott. Vitangelo Dattoli e la Direzione strategica del Policlinico con l’avvocato Alessandro Delle Donne, il Direttore sanitario Maria Giustina D’Amelio e i dottori Giuseppe Calabrese, Roberto Di Paola, Maurizio Marra e tutti i dirigenti della Direzione sanitaria che hanno reso possibile l’impossibile, mettendo a disposizione tutto il necessario per consentirci di lavorare rapidamente su di un elevato numero di salme, garantendo servizi logistici e costanti supporti di sussistenza per i familiari delle vittime e per tutto il personale impegnato in un così delicato lavoro. Un grazie al collega ed amico Prof. Alessandro Dell’Erba per l’indispensabile supporto, collaborazione e coordinamento, al Prof. Gioffrè Angelelli e al personale della Radiologia per la pronta disponibilità nel realizzare 23 virtupsie nel minor tempo possibile.\r\n\r\nMa il mio grazie più sentito va ai medici legali più giovani, variamente afferenti alla sezione di Medicina legale, che senza sosta hanno lavorato in maniera eccezionale perché tutto potesse realizzarsi in tempi brevi, al meglio, con grande rispetto nel rapporto umano sì da non infliggere dolori aggiuntivi ai parenti delle vittime. Un grazie sentito e di cuore ai Dott.ri Biagio Solarino per la sovrintendenza e la organizzazione delle operatività necroscopiche, Valeria Santoro per tutte le indagini di odontoiatria forense e a Fiorenza Zotti per l’eccezionale opera di coordinamento con i familiari delle vittime, sempre molto difficile e delicata in caso di disastri di massa, agli Specialisti Dott.ri Liliana Innamorato, Eliosa Maselli, Giorgia Pinto e Francesca Tarantino per il loro indispensabile supporto medico legale nella gestione dei ventitré casi ed infine ai Dott.ri Pasquale Beltempo, Valeria Bruno, Ilaria De Vitis, Valentina Ronco, Sara Sablone, Alessio Ostuni, Davide Ferorelli, Alessandra Martini, Giuliana D’Anna, Francesca Donno, Chiara Lauretti, medici legali in formazione, che hanno subito recepito il da farsi, le modalità operative e silenziosamente, con grande tatto, maestria ed alta professionalità hanno veramente rappresentato la forza motrice indiscussa ed indispensabile per riuscire a portare a termine il tutto in solo tre giorni.\r\n\r\nOvviamente se ciò è stato possibile devo ringraziare anche tutto il personale comunque afferente alla sezione di Medicina legale, che volontariamente e di buon grado si è messo a disposizione per svolgere rapidamente compiti a volte fastidiosi, a volte di secondo piano, ma ugualmente indispensabili per poter chiudere le operatività al meglio e nel minor tempo possibile sì da non aggiungere strazio al dolore già intensamente vissuto dai familiari delle vittime. Un grazie sentito quindi a Claudia Dammicco, a Daniele Dammicco, ad Anastasia Patruno per il supporto organizzativo e di controllo, a Stefania Lonero Baldassarra per le indagini di DNA, a Lucia Avantaggiato e Giuseppe Strisciullo per le indagini tossicologiche, ad Angelo Venosa per le riprese foto-video, alla irrefrenabile Caterina Berterame presente anche in sopralluogo, a Michele Iacobbi per l’indispensabile azione di filtro ed alle instancabili e inappuntabili Giulia Menolascina e Antonia Milillo, costantemente presenti. Oltre al personale comunque connesso alla risoluzione delle problematiche medico legali delle ventitre salme, avverto poi la necessità di ringraziare tutto il personale di supporto psicologico alle famiglie delle vittime, ottimamente coordinato dai Prof.ri Roberto Catanesi, Alessandro Bertolino e Ignazio Grattagliano che instancabilmente e senza sosta, hanno circondato e avvolto i familiari delle vittime cercando di lenire un dolore insanabile.\r\n\r\nUn grazie a Donatella Lategola, Anna Cassano, Isabella Berlingerio, Alessandra Cervinara, Roberta Cicchielli, Maria Grazia Foschino Barbaro, Rossella Lippolis, Michele Pellegrini, Leonarda Valentina Vergatti, Grazia Tiziana Vitale. Un grazie infine a tutto il personale di supporto logistico che ha rappresentato la base della piramide operativa, senza la quale difficilmente il tutto si sarebbe potuto realizzare. Un grazie quindi a Spiridione Caricola, Angelo Cassano, Francesco Ruospo, Vincenzo Magaletti, Domenico Sifanno, Michele De Giglio, Angela Telegrafo, Carmela, Finoscchio, Pietro Capriati, Michele Facchino, Luigi Mirenda, Teresa Gozzo, Anna De Nitti, Celeste Chimienti. Infine un sentito ringraziamento al Dott Gaetano Di Pietro e a tutto il personale del 118, a Francesco Stea e al personale del Pronto Soccorso più volte intervenuto, alle Forze dell’ Ordine presenti: carabinieri, polizia, guardia di finanza, polizia municipale, sicurezza interna del Policlinico, che con la loro costante semplice presenza, se pur mai seriamente impegnati, hanno rappresentato un preciso punto di riferimento e disciplinato il comportamento dei tanti curiosi e intrusi pur sempre tristemente presenti in queste situazioni. Un ultimo grazie ai tanti vigili del fuoco e ai colleghi della Protezione Civile, magistralmente operativi in un sopralluogo tecnicamente molto difficile, che ci hanno consentito di operare al meglio anche sulla scena del disastro. Grazie, grazie di cuore a tutti.\r\n\r\nIl Direttore dell’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari Prof. Francesco Introna


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui