Cabtutela.it
acipocket.it

Il ct azzurro Giampiero Ventura e la scommessa di mettere le fondamenta di una nazionale rinnovata e ringiovanita. Per l’allenatore ligure il modello sarebbe il suo Bari dei record, quando lanciò nella massima serie i ragazzini terribili della difesa Bonucci e Ranocchia. Questa tesi è stata al centro del suo intervento a Mantova per Festivaletteratura.\r\n\r\nL’amarcord di Ventura sui tempi in biancorosso\r\n\r\n”Rispetto a qualche decennio fa non vi sono grandi opportunità per emergere. Mi ricordo ancora quando allenando il Bari nella gara d’esordio con il Milan a San Siro feci debuttare Bonucci e Ranocchia”.\r\n\r\nLe soluzioni per investire sui giovani\r\n\r\n”Da ct – ha spiegato Ventura – sto tentando di organizzare stage dedicati a giovani di 20/22 anni per consentire loro di crescere, senza il timore che sbagliando gettino al vento l’opportunità di vestire la maglia azzurra. Il mio intento è quindi quello di riuscire a costruire un gruppo di ragazzi che possano al momento opportuno dimostrare il loro talento”.\r\n\r\nLa polemica Berardi\r\n\r\nIl tecnico azzurro ha saggiato la durezza delle critiche che si ricevono quando ci si siede sulla panchina azzurra già dopo le prime convocazioni, quando ha escluso dalla lista Berardi ed El Sharawy. La stampa nazionale lo ha criticato e Ventura ha dovuto difendersi puntualizzando che i maggiori talenti azzurri sono nel reparto degli esterni e aggiungendo che la Nazionale aprirà le porte a tutti i meritevoli. Con le qualificazioni mondiali in corso, e le difficoltà legate alla presenza della super-Spagna del girone, il ct si pone il problema di innestare nuove energie senza snaturare il progetto tattico ricevuto dal predecessore Antonio Conte.\r\n\r\n@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui