Cabtutela.it
Aproli

Il Bari di Stellone cresce lentamente ma con una serie di certezza che arrivano dal campo. Il tecnico premia chi si applica in allenamento e così sta diventando un punto di forza il centrocampo schierato nelle ultime due gare e composto dal tandem Fedele-Valiani. Se quest’ultimo è sempre più il punto di riferimento dello spogliatoio – non a caso ha indossato a Vicenza la fascia di capitano – il centrocampista svizzero è una vera sorpresa perché sta offrendo una intensità preziosa alla mediana in un periodo della stagione nel quale qualche compagno è ancora alla ricerca della migliore condizione.

\r\n

Fedele e Valiani, al momento (come emerge dai primi allenamenti settimanali), offrono maggiore affidabilità nelle due fasi rispetto alla coppia Romizi e Basha, ma non è escluso che con tanti appuntamenti di campionato ravvicinati ci possa essere un naturale turn-over. Per il calcio di Stellone, però, l’interpretazione delle due fasi e il pressing sui portatori di palla (fin dall’area di rigore avversaria) non può prescindere da una condizione fisica che dia garanzie. Chi sta più in palla ha maggiori possibilità di conquistare una maglia titolare: non ci sono dunque gerarchie predefinite.

\r\n

L’esperimento Ivan

\r\n

Lo slovacco è un lusso per la categoria. Ha classe, tecnica e visione, oltre a un dribbling rapido ed efficace. Per ora è utilizzato come esterno, ruolo nel quale si è cimentato con umiltà e modestia. I suoi cambi di passo, dalla fascia o dal centro, risulteranno decisivi nel corso della stagione. Intanto Stellone sta sperando che cresca rapidamente l’affiatamento tra Ivan e Sabelli: il gioco sugli esterni per il 4-4-2, senza un vero regista in grado di dare imprevedibilità alla manovra, è fondamentale.

\r\n

Il giovane Capradossi

\r\n\r\n\r\n

Capradossi
Elio Capradossi
\r\n

Il difensore scuola Roma, fin dai primi allenamenti, sta dimostrando di possedere anche la personalità per impostare l’azione dalle retrovie, mentre in marcatura dovrà essere misurato al cospetto di punte di rango. Di sicuro è un giovane che deve crescere in fretta. Se Tonucci o Di Cesare dovessero saltare una gara per squalifica, toccherà subito al giovane Elio essere lanciato nella mischia.

\r\n

@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui