Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Partite di scacchi, passeggiate in bici alla scoperta dei monumenti e gare per decretare il migliore pasticciere. Le scuole elementari e medie baresi si aprono a nuove tematiche, con progetti che abbracciano legalità, convivenza civile, alimentazione, ambiente, conoscenza delle tradizioni, pensiero logico, nuove tecnologie e lettura. Obiettivo? “Permettere agli studenti di ‘riappropriarsi’ della propria città e della propria cultura attraverso iniziative divertenti e, allo stesso tempo, capace di insegnare loro quello che a scuola solitamente non si impara”, spiega Rosa Grazioso, consigliere comunale per le attività culturali nelle scuole.\r\n\r\nAlcuni dei progetti a cui le 30 scuole baresi aderiranno sono stati presentati questa mattina a Palazzo di città ai dirigenti scolastici dagli assessori alla Cultura e alle Politiche educative, Silvio Maselli e Paola Romano, e dal presidente della commissione consiliare Culture Giuseppe Cascella. Le iniziative nascono da un bando del Comune- il cui termine ultimo è stato il 31 ottobre –  attraverso il quale sono stati stanziati 5mila euro per ciascun progetto presentato da associazioni ed enti. “Le attività – spiega l’assessore Romano – partiranno dal prossimo anno scolastico, proprio per non intralciare il percorso di studi dei ragazzi. Già da dicembre si terranno però alcune iniziative propedeutiche ai progetti, che saranno selezionati nelle prossime settimane da una commissione apposita”.\r\n\r\nI progetti che saranno avviati \r\n\r\nTra le attività che già prima delle festività natalizie verranno messe in piedi nelle scuole c’è la gara di pasticceria che sarà ospitata nel laboratorio di una ditta di ristorazione, durante la quale sarà decretato il migliore dolce creato dai ragazzi. Sempre in tema natalizio l’iniziativa dedicata alla conoscenza della storia e delle tradizioni: gli studenti potranno visitare una mostra fotografica dedicata al “Bambino di Betlemme”. Seguiranno poi altri percorsi durante l’anno legati alla primavera e alla Shoah.\r\n\r\nGrande spazio è stato dato anche alla conoscenza dell’ambiente e della storia della città, attraverso la partnership con il Fai e la la Scuola ciclismo Franco Ballerini. Grazie al Fondo per l’ambiente italiano i ragazzi si trasformeranno in veri e propri giardinieri, a cui verranno prima impartite lezioni di ortobotanica. Utilizzeranno poi queste conoscenze per piantare orti e fiori non solo negli spazi verdi delle scuole, ma anche in quelli abbandonati della città, che torneranno così a rivivere. La Scuola ciclismo ha invece organizzato una serie di passeggiate in bici alla scoperta del centro storico e della Basilica di San Nicola. Non è stato poi dimenticato dagli organizzatori il mondo della lettura, con laboratori legati al libro “Brufolo Bill” della scrittrice Margherita De Napoli.\r\n\r\nScacchi, nuove tecnologie e legalità\r\n\r\nNon mancano progetti dedicati anche a settori particolari, come il pensiero logico e le nuove tecnologie. Nelle scuole verranno infatti organizzati corsi di scacchi e si terranno anche delle gare, la cui finale è prevista al Fortino nella prima settimana di giugno.\r\n\r\nI ragazzi potranno poi apprendere come funziona un treno, grazie alla partnership con Ferrovie Italiane, che aprirà le sue sale ad alta tecnologia all’interno delle stazioni. Sarà invece il centro Polifunzionale di polizia Rosario Berardi il fulcro dei progetti di legalità: verranno organizzate visite guidate all’interno delle sale del comando operativo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui