Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Con una telefonata vogliono liquidare la morte di mio padre: questa è una strage, non un incidente stradale. Abbiano rispetto per il nostro lutto”. La denuncia è di Daniela Castellano, figlia di Enrico, una delle vittime dell’incidente ferroviario in cui lo scorso 12 luglio morirono 23 persone nell’impatto frontale tra due convogli sulla tratta a binario unico Andria-Corato, in concessione a Ferrotramviaria.\r\n\r\nCastellano spiega che “l’avvocato dell’Agenzia Spada, che si occupa dei risarcimenti ai parenti delle vittime da parte di Ferrotramviaria, ha telefonato al mio legale dicendo di voler dare un “tot” per la morte di mio padre e chiedendo se fossimo d’accordo o se volessimo fare una controproposta. Il mio legale – aggiunge – è furioso quanto me: non ci hanno mandato nulla di scritto, non hanno usato neppure una raccomandata: un metodo – evidenzia – inaccettabile”.\r\n\r\n”A noi parenti – prosegue Castellano – hanno richiesto tutta la documentazione delle vittime, dal certificato di morte al modello Unico per conoscere le loro condizioni economiche, e loro vogliono risolvere tutto con una telefonata”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui