Cabtutela.it

Scoppia la primavera, romba la passione per le moto e le minimoto. Anche a Bari, anche a San Cataldo. Dove, però, i piccoli mezzi, guidati spesso da bambini, costituiscono un pericolo costante per loro e per i pedoni, oltre che un segnale di degrado e assenza delle forze dell’ordine. E il tema non poteva non arrivare all’attenzione di Antonio Decaro, con una segnalazione sulla pagina Facebook ufficiale del sindaco di Bari.

“Ormai è il terzo anno che vivo a San Cataldo – racconta un cittadino – e per la terza volta osservo che con il bel tempo prende piede il fenomeno di un gruppetto di bambini tra i dieci ed i quindici anni che con le minimoto scorrazzano a tutto gas nel traffico tra via Massaua, viale Adriatico ed il lungomare. A volte con passeggeri di sei sette anni. Nei due anni precedenti telefonavo quotidianamente quasi ai vigili urbani per segnalare la cosa, ovviamente invano”.

“Non comprendo come non si possa porre fine a questo fenomeno – aggiunge l’ospite della bacheca di Decaro – che oltre a mettere a repentaglio l’incolumità dei pedoni e di questi bambini stessi che certamente nella loro incoscienza, corretta per la loro età, non si rendono conto del pericolo che corrono, infine esprime un’idea di degrado del quartiere e di totale assenza di presenza delle forze dell’ordine. Cosa che di fatto è ma almeno salviamo le apparenze quando possibile”. 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui