Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Il messaggio su WhatsApp sta facendo il giro d’Italia: “Ti chiedo di votare e sostenere con forza la candidatura di Michele Emiliano alla segreteria”. E sin qui nulla di strano, se non fosse che il mittente è Pippi Mellone, sindaco di Nardò ed ex militante di CasaPound. Il giovane primo cittadino salentino è stato eletto nell’ultima tornata elettorale riuscendo a raccogliere voti bipartisan e ora ha deciso di aiutare il governatore pugliese del Pd nella competizione interna al partito di centrosinistra per l’elezione del nuovo segretario nazionale.

Il messaggio del sindaco

“Domenica 30 aprile presso il chiostro di Sant’Antonio si terranno le primarie del Partito democratico – scrive il sindaco – ti chiedo di votare e sostenere con forza la candidatura di Michele Emiliano alla segreteria. Si tratta di un uomo che ha dimostrato di avere un occhio di riguardo per Nardò e con cui ho personalmente un ottimo rapporto”. “Nardò ha un gran bisogno di avere riferimenti certi e solidi in Regione… Michele può e deve essere il nostro! Dai, dai, dai!!! Pippi Mellone”, conclude.

L’alzata di scudi

Il messaggio è arrivato anche sui telefoni di tesserati del Pd e ha fatto storcere il naso a più di qualcuno, ad esempio all’avvocato salentino Fritz Massa, deputato leccese che ha deciso di sostenere Andrea Orlando nonostante la sua storica amicizia con Massimo D’Alema. “Il Sindaco di Nardò, provenienza Casa Pound dice: “Michele deve essere il nostro”. Frase oscura e priva di senso, ma sufficiente per chiedere a Michele Emiliano di rifiutare l’invito e il sostegno. Ma davvero – scrive Massa su facebook pubblicando la foto del messaggio ricevuto – si può proporre di rinnovare la sinistra insieme all’estrema destra?”. A rincarare la dose ci ha pensato il consigliere regionale del Pd Sergio Blasi, “rivale” interno di Emiliano: “Cosa c’entrano le primarie del Partito democratico con l’esigenza di un Comune, il secondo più grande del Salento, di avere riferimenti solidi e certi in Regione? Perché il rapporto tra Nardò e la Regione Puglia deve passare dal sostegno innaturale da parte del sindaco di estrema destra al candidato Emiliano?”


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui