Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

La magia delle stelle di San Lorenzo, la straordinaria cornice della “Città dei Due Mari” e il gusto dei migliori vini della regione faranno da sfondo a Calici di Stelle, l’evento enogastronomico più prestigioso e qualificato dell’estate per il vino pugliese ideato e organizzato in tutta Italia dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con l’associazione nazionale Città del Vino che, ogni anno coinvolge migliaia di residenti e turisti con degustazioni di vini, iniziative culturali e momenti di spettacolo. Quest’anno la grande festa del vino in Puglia, presentata stamattina a Bari, è in programma giovedì 10 agosto, nell’antica capitale della Magna Grecia: Taranto.

Protagonisti della notte di stelle i vini dei 67 produttori soci del Movimento, dalla Daunia al Salento, che ogni giorno contribuiscono ad affermare la qualità e affidabilità dei produttori regionali e i tanti visitatori e turisti attesi per una degustazione di qualità delle stelle dell’enologia pugliese.

L’evento prenderà il via alle ore 20,30 dalla magnifica cassa armonica dei giardini di piazza Garibaldi con il brindisi inaugurale, sulle note di “Libiamo ne lieti calici” brano de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, alla presenza delle istituzioni. Subito dopo, prenderanno il via le degustazioni organizzate in tre itinerari che idealmente ripercorrono i territori enologici – Terre del Nero di Troia, Terre del Primitivo, Terre del Negroamaro – consentendo ai tanti winelovers di intraprendere un viaggio nella Puglia del vino, tra i banchi di assaggio dove scoprire il ricco patrimonio vitivinicolo pugliese fatto di suggestivi territori, vitigni autoctoni e denominazioni d’origine. A guidare i visitatori nel loro percorso ci saranno i sommelier dell’AIS Puglia, che presidieranno i banchi fornendo informazioni e dettagli di degustazione.

Ad accogliere i visitatori tre infopoint (uno in Piazza Garibaldi e due a Scesa Vasto) dove sarà possibile acquistare il “Kit Calici di Stelle” (10 euro) che comprende il calice in vetro con la tasca portabicchiere, un carnet con 8 ticket-degustazione, la guida al percorso ed una confezione di taralli dell’azienda Agricola del Sole sponsor insieme a SICME Energia e Gas. Per arrivare comodamente sono consigliate le seguenti aree di parcheggio: Piazzale Democrate (per chi giunge da nord) Parcheggio Cimino (per chi giunge da sud con supporto di bus navette messo a disposizione da AMAT).

La manifestazione riserva anche un supporto tecnologico in modo da poter seguire la serata con il proprio smartphone o tablet: il percorso di degustazione e l’intero programma dell’evento sarà scaricabile con la app “Calici di Stelle Taranto”.

I percorsi di degustazione saranno arricchiti da un ricco programma di attività culturali legate al tema del vino.  Le location di queste iniziative saranno il Castello Aragonese, il Museo Nazionale Archeologico di Taranto MArTa e alcune delle bellezze archeologiche dell’antica “Taras” simbolo culturale della città di Taranto che per l’occasione saranno fruibili anche di sera. L’Associazione Eventi d’Autore, ha ideato due itinerari che metteranno in luce l’influenza che la cultura del vino, in tutte le sue sfaccettature, ha avuto nello sviluppo della Puglia e sulle antiche origini di Taranto. Entrambi i percorsi – “MArTa – il vino nell’archeologia” e “Alla scoperta dell’antica Taras” partiranno dall’Infopoint allestito in Piazza Garibaldi. Il Castello Aragonese sarà teatro di una serie di attività ludico – culturali dedicate alla formazione e alla conoscenza del vasto patrimonio vitivinicolo regionale, che già in passato hanno raccolto un ottimo gradimento da parte del pubblico.

Calici di Stelle è un evento itinerante e in passato ha già toccato alcuni dei più suggestivi centri dalla Daunia al Salento: Lucera, Copertino, Otranto, Lecce, Castel del Monte, Galatina, Ostuni, Conversano, Noci, Trani e Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui