Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Sessantadue violazioni accertate, nei mesi di maggio e giugno, 1.472 dall’inizio dell’anno, 145mila euro di multe comminate. Sono i numeri della battaglia intrapresa dal Comune contro l’abbandono di rifiuti ingombranti, la mancata differenziazione dei rifiuti, il conferimento fuori orario e la discarica abusiva di materiali inerti. I dati sono stati presentati questa mattina dal sindaco Antonio Decaro e dall’assessore comunale all’Ambiente Pietro Petruzzelli, alla presenza del presidente di Amiu Puglia, Sabino Persichella, e supportati  da un breve video nel quale si vedono decine di cittadini utilizzare i cassonetti presenti su sede stradale incuranti di ogni regola e del più elementare senso civico (durissimo in merito il commento di Decaro, affidato anche un video pubblicato su Facebook).

“Grazie all’utilizzo delle fototrappole dislocate sul territorio cittadino, che sono piccolissime, si smontano e si montano in pochi minuti e hanno una definizione altissima delle immagini – ha detto Pietro Petruzzelli – nei mesi di maggio e giugno di quest’anno sono 62 le violazioni accertate, 18 delle quali per conferimento fuori orario dei rifiuti indifferenziati (sanzione 100 €), 27 per deposito dei rifiuti fuori dai cassonetti (sanzione 100 €), 13 per abbandono ingombranti (sanzione 300 €), 3 per deposito scorretto di imballaggi (sanzione 100 €) e 1 per deposito rifiuti inerti rivenienti da lavorazioni edili (sanzione 600 €), per un totale di 9.300 euro”.

Il totale delle violazioni accertate da Polizia Municipale e Amiu dall’inizio del 2017 è invece pari a 1472, con 820 violazioni per conferimento fuori orario, 204 per mancata o erronea differenziata, 45 per abbandono ingombranti, 7 per deposito scorretto imballaggi, 28 per mancato rispetto delle modalità di conferimento da parte dei commercianti e 8 per abbandono materiali inerti e scarti di lavorazioni edili su area pubblica (con violazione del Testo unico sull’ambiente), per un totale di 145mila euro.

“Una parte di queste risorse – ha detto ancora Petruzzelli – entreranno nelle casse comunali e saranno utilizzate per acquistare nuove telecamere e realizzare delle specifiche campagne di sensibilizzazione e di informazione sul corretto conferimento della raccolta differenziata, partendo dalle scuole ma anche con iniziative mirate nei luoghi di ritrovo e di svago dei baresi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui