Il viaggio interstellare di Paolo Benvegnù venerdì 9 febbraio si ferma a La Cittadella degli Artisti di Molfetta, nell’ambito del contest Music: Control, il format dedicato alle band emergenti e promosso da La Cittadella degli Artisti, Scapesteatro Laboratorio Urbano, Teatro Kismet, Area Metropolitana e Associazione Microsolco.

H3+ è la molecola fondamentale dell’universo, ione triatomico di idrogeno forse all’origine della nascita delle stelle. Per Paolo Benvegnù è anche il nome del terzo album che chiude la trilogia della H dopo Earth Hotel ed Hermann, nonché titolo del live che il cantautore da novembre porta nei teatri d’Italia. Sul palco l’autore crea una stanza delle meraviglie con un teatrino delle marionette e un registratore. In scaletta le canzoni della trilogia, in un viaggio all’origine del mondo, alla scoperta di una terra distrutta e rinata.

In apertura, la musica dei Giunto di Cardano, band finalista del contest per emergenti Music:Control, che presenteranno un inedito showcase con l’album Kadima. A seguire after party nell’area bar.

Giunto di Cardano è una band di Foggia composta da Giuseppe Colangelo alla voce, chitarra e keyboards, Mariano Cericola al basso eDavide Tappi, batteria, drum pad e voce. Dopo la partecipazione ad alcuni festival pugliesi come il Giovinazzo Rock Festival, che vincono nel 2016 e il Mei, Meeting delle Etichette Indipendenti, i Giunti di Cardano si preparano al tour. Kadima, che vuol dire avanti ed è il loro unico imperativo.

I Giunto di Cardano sono tra le sei band selezionate che hanno la possibilità di lavorare in residenza artistica con tutor professionisti della musica come Omar Pedrini, Paolo Benvegnù, Populous, Roberto Dell’Era & Gianluca De Rubertis, Antonio Dimartino, Cesko degli Après la Classe.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here