Anche quest’anno, da dicembre sino a fine anno scolastico, i bambini delle scuole primarie pugliesi potranno contare su due ore settimanali di attività motoria. Ripartono infatti due progetti strategici, “Sport di Classe” per le classi quarte e quinte, e “Sbam a Scuola!” per le terze. Entrambi firmati Coni Puglia e Assessorato regionale allo Sport, in collaborazione con il Miur (il primo), Cip Puglia, Università di Foggia e Ufficio Scolastico Regionale.

Un intervento dai grandi numeri, che toccano tutte le sei province: 3.371 classi, 564 plessi, 415 tutor Coni (istruttori laureati in Scienze motorie). Proprio per questi ultimi è partita la fase di formazione specifica dei tutor, che durante l’anno per una delle due ore affiancheranno l’insegnate in palestra. Tra gli altri, sono intervenuti l’assessore regionale allo Sport Raffaele Piemontese, il presidente del Coni Puglia Angelo Giliberto, il direttore della Scuola Regionale dello Sport Antonio Quarto, il presidente regionale Cip Giuseppe Pinto, la direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale Anna Cammalleri, e Dario Colella del Laboratorio di Didattica delle attività motorie – Università di Foggia.

Questo e il prossimo weekend è in programma invece, su base interprovinciale, la formazione dei tutor di Sport di Classe. Quindi il 3 dicembre il via operativo nelle scuole. “Due progetti – spiega il presidente del Coni Puglia, Giliberto – che, grazie alla sinergia con la Regione, consentono di svolgere attività motoria anche nelle scuole primarie, puntando da un lato ad attuare misure di prevenzione e contrasto delle abitudini sedentarie dei bambini, dall’altro a rafforzarne il processo educativo attraverso azioni didattiche che confluiscono nell’esperienza corporea” (foto di repertorio).

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here