Cabtutela.it

IO e la TIGRE sono Aurora Ricci (voce e chitarra) e Barbara Suzzi (batteria). Loro si conoscono già dalla fine degli anni ’90, ma è stato solo a partire dal 2012 che hanno preso a fare musica insieme. La musica per loro è però “un mezzo e non il fine”, e prima vengono il loro benessere e la loro amicizia.

Dopo il video Il lago dei ciliegi, nel 2014 esce l’IO e la TIGRE EP. Risale invece alla fine del 2015 il primo “spettinato” album, 10 e 9, registrato in presa diretta. Il titolo è “un omaggio all’Universo”, e risale al viaggio estivo che segnò il loro nuovo incontro dopo anni di indifferenza. Passato il confine con la Francia, sbagliarono ad imboccare uscita e finirono così a Montecarlo, davanti a una roulette. IO puntò sul 10 e la TIGRE sul 9, ed entrambe persero. Si sono evidentemente rifatte.

IO e la TIGRE sono attualmente in tour per l’Italia centro-settentrionale.

(Photo Credits: Giulia Mazza, Cover: Giulia Sagramola)

Come coesistono IO e la TIGRE?

È molto difficile per noi rispondere a questa domanda. Di certo i nostri caratteri sono molto differenti, così come i nostri gusti e queste differenze si esprimono al meglio quando suoniamo sul palco. Lì dovresti osservarci per avere una risposta alla tua domanda. Per il resto, guardati una qualsiasi puntata di Casa Vianello.

I suoni (ma direi almeno in parte pure i testi) di IO e la TIGRE mi sembrano vicini a quelli di alcuni decenni passati. Quali sono state le fonti di ispirazioni maggiore?

Per quanto lo stare insieme ci influenzi, abbiamo due background diversi: quello di IO è più legato al pop anni ’60 e al cantautorato, mentre quello della TIGRE ha a che fare con il punk e il grunge.

Due parole sulla sensibilità di IO e la TIGRE per gli animali.

IO e la TIGRE non amano solo cani e gatti. Infatti abbiamo un ecosistema perfetto all’interno della nostra sala prove. Ospitiamo un serpente, che però non possiamo cacciare perché si nutre di quei topolini che ogni tanto lasciano qualche traccia. Che però non possiamo cacciare perchè si mangiano i ragni. Che però non possiamo cacciare perché si nutrono di zanzare. In sintesi, la convivenza pacifica con il serpente ci evita di comprare l’Autan in estate.

I brani di 10 e 9 sono stati registrati durante una piccola pausa del tour, ma come sono nati?

Le canzoni nascono in reazione a degli stati d’animo. Immaginati il processo come se fosse una confidenza tra amiche. IO rappresenta il termine della questione e poi la TIGRE da una sua visione del problema cercando di tigrizzarlo. Tutto va nel nostro frullatore emotivo che mischia e graffia e confonde. Così le nostre canzoni nascono.

Tornerete a giocare alla roulette?

Perché no?! Siamo nelle mani dell’Universo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui