Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

“L’anno scolastico è iniziato dimostrando l’inefficacia del diritto allo studio pugliese. Dalle gravissime mancanze del trasporto pubblico al crollo degli edifici scolastici fino ad arrivare ai ritardi dell’Ufficio Scolastico Regionale nella nomina dei docenti”. Fanno una precisa denuncia i rappresentanti dell’Unione studenti Puglia ad una settimana dall’inizio dell’anno scolastico.\r\n\r\nAl centro del dibattito ci sono i servizi scolastici carenti e i pochi fondi per la scuola, promessi dall’assessore regionale con delega su Scuola e Università Sebastiano Leo. Ad agosto, in occasione dell’approvazione del piano regionale sul diritto allo studio, aveva dichiarato di aver “reso effettivo il diritto allo studio programmando interventi diretti a rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale e culturale”.\r\n\r\nDall’Uds invece denunciano che gli unici servizi attivi al momento sono pochi e che quindi non ci sono stati altri contributi per il diritto allo studio da parte della Regione Puglia.\r\n\r\nScuole che cadono a pezzi e disagi per i trasporti\r\n\r\nIn particolare l’Unione studentesca mette in luce i problemi strutturali delle strutture scolastiche, “con diversi crolli nelle scuole – spiegano in una nota – a pochi giorni dall’inizio dell’anno, la mancanza di spazi e attrezzature, la totale assenza di misure di sicurezza. I casi delle scuole di Barletta e Lecce, dove i solai hanno ceduto provocando il crollo di calcinacci e mattoni, sono emblematici della situazione”.\r\n\r\nNon mancano poi i disagi per gli studenti riguardo le condizioni del trasporto sul territorio regionale, con biglietti e abbonamenti dal costo elevato, a cui non fa seguito un’adeguata qualità del servizio, “come evidenziano – proseguono – il blocco di numerosissimi mezzi delle Ferrovie del Sud-Est, così come i disservizi che hanno interessato tutta la Regione la scorsa settimana”.\r\n\r\nLa manifestazione del 7 ottobre\r\n\r\nL’Unione degli studenti ha anche annunciato una manifestazione il 7 ottobre in Puglia, durante la quale “saranno richiesti – concludono – con forza provvedimenti immediati per migliorare la situazione e per garantire realmente un libero accesso alla formazione per tutti e tutte”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui