BARI – Minala desaparecidos, Lazzari impiegato, male, per 20 minuti, Jakimovski acquistato per fare il terzino lui che terzino non è, Cissokho un cartellino rosso e poco più. Salvando solamente Dezi, per il momento la campagna di rafforzamento invernale del duo Paparesta-Zamfir è da bocciare. Su tutta o quasi la linea. I nuovi non hanno inciso, anzi qualcuno lo ha fatto ma negativamente, vedi l’ingenua espulsione incassata da Cissokho che ha condizionato la partita di Avellino, sino a quel momento dominata. Dal mercato di gennaio era lecito attendersi due-tre innesti capaci di dare la svolta ad una stagione che sta prendendo una brutta piega e, invece, per ora il borsino è negativo. L’unico che si è distinto è stato il giovane Dezi: il centrocampista, seppure ancora non in piena forma dopo 6 mesi di inattività, ha talento da vendere e la linea mediana biancorossa se ne sta già avvantaggiando. Tocchi di prima, inserimenti, copertura: insomma tanta roba per un centrocampo molto esperto ma poco dinamico. Lui, però, è l’unica nota positiva in mezzo ad un mare di punti interrogativi. A cominciare da Minala: il ritorno a Bari del laziale è come se non fosse mai avvenuto. Ha fatto un’apparizione insufficiente di 20 minuti poi è sparito dai radar del San Nicola. Come sempre, la costanza non sembra essere il suo punto forte. Discorso simile per Lazzari, anche se l’ex Carpi ha un’attenuante, anzi due: è stato l’ultimo ad aggregarsi al gruppo e l’età non proprio verde non garantisce un minutaggio troppo elevato. I problemi più seri, però, si registrano in difesa: il Bari necessitava di un difensore centrale rapido e non è arrivato, servivano almeno due terzini e ne è stato acquistato solamente uno di ruolo, Cissokho. Si, perché Jakimovski è sicuramente un buon giocatore per la categoria, ma non può certo considerarsi un terzino. In fase di spinta può fare male con le sue caratteristiche, però quando si tratta di difendere cominciano i dolori. La partita contro il Latina lo ha dimostrato, il neo acquisto è stato sempre in affanno. Dicevamo di Cissokho, sulla carta un ottimo acquisto, con gamba ed esperienza giusta. Peccato, però, che non ha ancora dimostrato il suo valore, anzi ha penalizzato la sua nuova squadra con un cartellino rosso incassato contro troppa ingenuità. Insomma, tirando le somme se dovessimo dare un voto a Paparesta e Zamfir per il mercato invernale non potremmo andare oltre il 5, con la speranza che si trasformi in un 7 nelle prossime partite.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here